Succede che vieni travolto dalla corrente e dilaniato dallo schifo che ti circonda d'improvviso. E allora punti i piedi e non affoghi e non muori. Succede che piangi ogni giorno, e ogni giorno scavi in fondo alla discarica che è diventata la tua vita. Succede che decidi di esporti pubblicamente, con i sogni, la rabbia e gli arcobaleni mentre mostri senz'occhi divorano la tua vita e provano a spingerti giù dal bordo. Succede che tiri fuori i tuoi fottuti deliri e metti su una maledetta diga, e la blocchi nell’istante esatto in cui si rompe. Succede che la diga diventa così la tua ancora, e la lasci lì. Immobile nel Meifumadô.